A differenza del motore diesel, dove il carburante viene iniettato nell’aria altamente compressa e quindi portato al punto di ignizione in modo automatico, nel motore a benzina la miscela carburante-aria deve essere accesa per mezzo di una scintilla.
Per mezzo della bobina di accensione viene generata l’altra tensione necessaria per l’ignizione, che poi viene trasmessa mediante lo spinterogeno e il rispettivo cavo accensione verso la candela di accensione del cilindro.
Dopo la fase di aspirazione, che prevede l’afflusso della miscela carburante-aria nella camera del cilindro, la scintilla deve essere generata esattamente nella parte superiore del pistone (punto morto superiore).

Dal momento che la tempistica del movimento del cilindro non è esattamente la stessa, l’accensione deve avvenire tramite il rotore del distributore di accensione.

Le candele di accensione sono parti particolarmente soggette ad usura e devono essere sostituite ad intervalli esatti, calcolati in base al chilometraggio del veicolo. In caso di guasto del distributore o dei cavi di accensione, provocato dall’ingresso casuale dell’acqua, che ha generalmente la proprietà di disturbare la tensione ad alta frequenza, il sistema di accensione non funziona più.

E’ importante garantire il corretto funzionamento delle candele e dei cavi di accensione e sostituirli ad intervalli regolari in conformità con quanto previsto nel rispettivo libretto di servizio.

Contattaci*

Dove siamo

Via C. Colombo 24b
20062 – Cassano d’Adda (MI)

 

ORARI

Dal Lunedì al Venerdì:
8.30 – 12.00 e 14.00 – 18.00

Sabato:
8.30 – 12.00

Domenica: chiuso

Scrivici*

* Chi ci contatta AUTORIZZA IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DEL REGOLAMENTO UE 2016/679