I filtri vengono solitamente utilizzati per separare sostanze solide da liquidi e gas.

Di regola, ciò avviene grazie alla presenza di un elemento filtrante, che può essere un tessuto o una maglia metallica. Nell’industria automobilistica tale elemento filtrante è utilizzato in diverse varianti. Esso può essere incorporato nel flusso principale, in quello di ritorno, così come nel flusso secondario. Il filtro dell’olio ha, per esempio, il compito di rimuovere le particelle metalliche e i residui di combustione che causano l’usura del motore. Il filtro idraulico raccoglie oltre a quelli metallici anche i residui di guarnizione.
Vi è inoltre un filtro del combustibile, che rimuove le sostanze contaminanti dal serbatoio prima che queste raggiungano gli iniettori di carburante. Il filtro d’aria, così come quello dell’abitacolo, ha invece la funzione di filtrare il medio gassoso (aria) dell’abitacolo.
Entrambi sono situati nel flusso principale della zona di aspirazione e sono responsabili per la pulizia dell’abitacolo. Il filtro dell’abitacolo può essere integrato con uno strato di carbone attivo, utile al fine di rimuovere le sostanze maleodoranti dall’aria.

Si raccomanda di sostituire il filtro dell’olio (oltre all’olio stesso) almeno una volta all’anno, in conformità con quanto indicato nel manuale di manutenzione del veicolo.

Contattaci*

Dove siamo

Via C. Colombo 24b
20062 – Cassano d’Adda (MI)

 

ORARI

Dal Lunedì al Venerdì:
8.30 – 12.00 e 14.00 – 18.00

Sabato:
8.30 – 12.00

Domenica: chiuso

Scrivici*

* Chi ci contatta AUTORIZZA IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DEL REGOLAMENTO UE 2016/679